Quando abbiamo deciso di utilizzare le opportunità previste dalla legge Biagi in materia di ricerca e selezione del personale non è stato facile capire il ruolo di noi consulenti in un contesto così articolato.

Abbiamo riflettuto sulla nostra quotidiana capacità di interagire con le imprese, di farci carico dei loro problemi e, conoscendone struttura e processi, di fornire servizi e consulenza conformi alle aspettative.

La domanda che successivamente ci siamo posti è stata “Saremo in grado di fornire un servizio qualitativamente valido e tendente all’eccellenza come tutti gli altri che già forniamo?”.

Ma in questo nuovo ambito un Consulente del Lavoro non basta ci vogliono competenze nuove e specifiche, esperienze maturate in contesti aziendali dinamici e magari multinazionali, capaci di coordinarsi con quella professionalità tecnico-giuridica che da sempre contraddistingue i Consulente del Lavoro.

E' nata una struttura a disposizione delle imprese, che sa calarsi nelle loro realtà perché le ha vissute internamente, perché le serve ogni giorno e le accompagna anche nelle scelte importanti.